Una giornata con Alan Turing

Capire l’intelligenza artificiale

14,00

ISBN: 978-88-97412-90-8
STATO: DISPONIBILE
Collana: Pubblicazione: 2020

Dalle prime idee del genio inglese Alan Turing alle spaventose capacità dei computer quantici e alle promesse dell’intelligenza artificiale.

CONDIVIDI:
Sfoglia

Descrizione

Una giornata con Alan Turing

Una giornata con Alan Turing. Un giorno gli esseri umani saranno dominati da algoritmi? Mettetevi nella vostra miglior poltrona e lasciatevi guidare lungo la strada che porta dalle prime idee del genio inglese Alan Turing alle spaventose capacità dei computer quantici e alle promesse dell’intelligenza artificiale. I progressi sono stati immensi, tumultuosi, ma gli ostacoli che ingombrano il cammino sono ancora grandi e numerosi. Ma quando chiuderete il libro che avete in mano, non potrete più guardare il vostro computer allo stesso modo…

 

IL SOMMARIO

Turing, un geniale precursore.

Al cuore dell’intelligenza artificiale.

I limiti delle macchine.

Progressi sbalorditivi.

Il codice dell’intelligenza.

Macchine che «pensano».

Artisti di silicio.

Algoritmi nella natura.

L’IA è un pericolo per l’umanità?

La «teoria eretica» di Alan Turing.

 

DAL PROLOGO

Chi non ha mai sentito parlare di Alan Turing, il geniale matematico e crittologo britannico? Il film The Imitation Game, uscito nelle sale nel 2015, con Benedict Cumberbatch nel ruolo del protagonista, ha contribuito a farlo conoscere al grande pubblico, calcando un po’ la mano sul suo carattere tormentato e solitario. Il film ripercorre in particolare il ruolo determinante svolto da Turing durante la seconda guerra mondiale: fu lui, infatti, che riuscì a decifrare il codice delle macchine Enigma – ritenute inviolabili – con le quali le forze armate tedesche criptavano le proprie comunicazioni. è anche l’inventore del famoso «test» che mette alla prova la capacità di una macchina di dialogare con un essere umano. Ogni anno l’assegnazione del premio Loebner punta i riflettori sui bot conversazionali. Se l’interesse scientifico di queste competizioni appare limitato, l’idea del test di Turing ha avuto comunque larga diffusione nella cultura popolare ed essa riappare immancabile nelle opere di fiction che mettono in scena degli androidi, come il film di fantascienza Ex Machina (2015) oppure la serie televisiva Westworld (2016). Di Alan Turing si conosce anche la fine tragica. Nel 1952, denunciando alla polizia un furto con scasso nel proprio appartamento, egli rivela di averne dato le chiavi a un ex amante.

Autori del libro

Rachid Guerraoui. Laureato all’Università di Paris-Saclay, è stato professore invitato all’MIT e ha lavorato presso il laboratorio Hewlett Packard di Palo Alto prima di trasferirsi all’Università Federale di Losanna (EPFL), dove oggi insegna e dirige il Laboratorio di Calcolo Distribuito (DCL). È stato nominato titolare della cattedra di Informatica e Scienze Digitali 2018-2019 del Collège […]
Lê Nguyên Hoang. Dopo la laurea, Lê Nguyên Hoang ha ottenuto un dott orato di ricerca all’École Polytechnique di Montréal, poi ha frequentato il postdottorato all’MIT, prima di occuparsi dei progetti di e-learning e comunicazione scientifica all’EPFL, intitolati Wandida et ZettaBytes. Conferenziere e youtuber, ama trasmettere la sua passione per la matematica e la scienza […]

Sfoglia le prime pagine

Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to dFlip 3D Flipbook Wordpress Help documentation.